fb
foto
--> | More

Dimagrire dopo le feste: buoni propositi della dieta nel nuovo anno…

Appena passate le festività, molti ricominciano a pensare alla dieta. Le abbuffate festive spesso lasciano qualche chilo in più. L’obiettivo è trovare un modo per perdere peso che sia rapido, efficace e possibilmente a buon mercato.

Falsi miti da sfatare per iniziare una dieta per dimagrire

Così un numero impressionante di italiani “ricade nella rete”, alla ricerca di diete per dimagrire che promettono facile e rapido successo. Dunque, non guasterà ripetere qui alcuni concetti importanti e da rivedere per ciò che riguarda le diete improvvisate, quelle che facilmente si trovano in questo periodo sui siti Internet, alla portata di tutti, ma che non hanno alcun fondamento scientifico e spesso sono addirittura dannose per la salute.

Educazione alimentare per affrontare una dieta

Per dimagrire non basta seguire alla lettera una dieta, senza capirne le basi. Il risultato sarebbe solo un dimagrimento estremamente faticoso, seguito poi da un ritorno veloce al sovrappeso una volta terminata la dieta (il classico effetto yo-yo di cui si parla spesso). Un errore grave, ma purtroppo molto comune, è quello di dimagrire velocemente. Vuoi perché sta per iniziare un nuovo anno, vuoi perché l’abuso concentrato di calorie in eccesso ci fa’ sentire in colpa, la tentazione di seguire una dieta molto restrittiva per dimagrire il più in fretta possibile è molto forte in questo periodo iniziale dell’anno. Bisogna sforzarsi di ragionare a lungo termine e considerare l’idea che se si dimagrisce lentamente e si investe un po’ di tempo per imparare qualcosa in piu’ sull’alimentazione, potrebbe essere piu’ semplice dopo mantenere il peso forma e potrebbe non essere necessario ripetere periodicamente gli stessi sacrifici.

Prima colazione: è importante fare sempre la prima colazione anche quando si sta a dieta perché aiuta a perdere peso. Infatti l’introduzione di alimenti , alla mattina, aumenta la capacità di metabolizzare, cioè di consumare , nel momento ideale in cui possiamo utilizzare l’alimento per affrontare le attività giornaliere. Alla mattina si ha bisogno di energia da utilizzare subito e facendo una piccola scorta, si può affrontare meglio il resto della giornata arrivando all’ora di pranzo non troppo affamati. Una colazione ideale? Carboidrati (pane integrale o fette biscottate ai cereali con marmellata senza zuccheri aggiunti o miele o biscotti ai cereali), latte di riso o di soia, frutta fresca, cereali misti.

Pane e pasta: per gli italiani rinunciare alla pasta è un grande sacrificio, e tra l’altro, farlo durante una dieta restrittiva, è un sacrificio inutile. Basta ridurre le quantità giornaliere di pane e pasta e preferire le versioni a base di farine alternative come la pasta di farro, di kamut, di grano saraceno o di mais, oltre al riso, orzo o farro in chicchi. Ma sempre nelle giuste dosi e limitando i condimenti troppo grassi. Utile è inserire i carboidrati a pranzo e non a cena. La scelta del pane meglio direzionarla sulle preparazioni di pane ai cereali o di segale o integrale, così da mantenere l’alimento, ma riducendo l’apporto calorico nella dieta rispetto ad un pane di farina di frumento.

Pesce: in alternativa alla carne , il pesce puo’ essere introdotto almeno 2-3 volte alla settimana a pranzo o a cena, in quanto ricco di proteine, Sali minerali, vitamine e grassi polinsaturi ( fra cui omega-3), che combattono il colesterolo e favoriscono la circolazione sanguigna. I piu’ indicati sono il nasello, l’orata, la razza, il polipo, la sogliola, la trota, il palombo, le seppie, che contengono una percentuale di grassi molto bassa. Il loro vantaggio è anche che, data la minima composizione lipidica, possono essere utilizzati nella dieta senza limitare le quantità, ma solo facendo attenzione alla tipologia di cottura e ai condimenti utilizzati. Insaporirli con vino bianco , aromi o pomodoro cotto, possono rendere le ricette più piacevoli anche al palato.

Legumi: i benefici dei legumi spaziano dalla loro utilità nell’abbassare i livelli dei grassi nel sangue e della pressione sanguigna, all’evitare la stipsi e contrastare la pigrizia intestinale. Sono la piu’ importante fonte di proteine vegetali ed hanno anche il beneficio di contenere grandi quantità di sali minerali come il ferro e una bassa quantità di grassi. Nella dieta dovrebbero essere introdotti come un secondo piatto, affiancando la verdura o associandoli ai minestroni di verdure. Attenzione a non abbinarli ai carboidrati come pasta, riso, orzo o farro, perché così risulterebbero difficilmente digeribili ,per gli ambienti digestivi contrastanti che si creano e un piatto non piu’ dietetico , perché il carboidrato comporta una maggiore quantità di calorie associate. Nello stato secco sarà necessario l’ammollo di almeno 12 ore per ammorbidire la cuticola che riveste i semi, cosi’ riducendo i tempi di cottura e la digeribilità. L’acqua di ammollo serve anche per disperdere le sostante antivitali ( come l’acido fitico) e il cambio dell’acqua 3-4 volte, favorisce l’eliminazione di queste sostante. Evitare di aggiungere sale durante la cottura perché indurisce l’involucro del seme. L’alternativa per facilitare l’approccio del loro utilizzo nella dieta è di utilizzare i legumi già decorticati, come le lenticchie rosse o utilizzarli passati.

E quindi la dieta?

Ricordando che una dieta sana ed equilibrata, anche quando restrittiva nell’ammontare calorico allo scopo di perdere peso, prevede che ogni giorno si mangino tutti i nutrienti, e nelle giuste proporzioni, è necessario ribadire che nel mare delle diete alla moda meglio impostare le prime scelte alimentari alla base con frutta e verdura di stagione ( verdure cotte o crude da consumare in abbondanza) – inserire i primi piatti alternativi a pranzo a giorni alterni – limitare uova e carne rossa 1 volta alla settimana e meglio a pranzo - poi carne bianca, pesce, legumi, a cena da alternare – calibrare il condimento a un cucchiaio di olio extra vergine di oliva , meglio a crudo e solo sui primi piatti e sulle verdure, tenendo i secondi piatti da insaporire con altri aromi.

Nell’eventualità di aver voglia di mangiare dei dolci , inserirli a colazione.

Tenendo conto di potersi meritare anche un pranzo o una cena libera nella settimana, per evitare di vivere la dieta come una parentesi obbligatoria e temporanea e nell’ottica di acquisire una graduale consapevolezza del percorso alimentare educativo.

Concludendo…

In somma, scartate tutte le diete alla moda, per lo più improvvisate e insane, e chi desidera dimagrire senza rischi per la salute non può che affidarsi a uno specialista qualificato che dopo le misure del caso potrà programmare una dieta personalizzata, bilanciata e salutare.

Per contattarmi direttamente scrivi a: manuela.corain@studiomansei.it

Dott.ssa Emanuela Corain
Tecnologa alimentare - Naturopata - Vega test - Intolleranze alimentari



Ti puoi rivolgere a noi per:

  • Nausea e disturbi in gravidanza
  • Dolori mestruali e sindrome premestruale
  • Bruciori, pruriti vaginali, cistiti
  • Perdite urinarie
  • Prolasso uterino, della vescica,
    del retto
  • Disturbi alimentari
  • Disordini tiroidei, metabolici, ormonali
  • Alimentazione per il diabetico, nefropatico, cardiopatico, iperteso
  • Stitichezza, colite, gonfiore/dolore addome
  • Sovrappeso
  • Gambe gonfie, ritenzione idrica, cellulite
  • Dolori osteo-articolari, problemi posturali
  • Cervicalgie e cervicobrachialgie, lombalgie e lombosciatalgie,
    scoliosi e paramorfismi vertebrali
  • Mal di testa
  • Allattamento e svezzamento
  • Malattie del bambino e prevenzione
  • Disturbi della menopausa
  • Disturbi psicosomatici
  • Ansia, attacchi di panico

L'equipe al completo, curriculum e contatti, hai domande?

Dr.ssa Annamaria Mussato

Dr.ssa Annamaria Mussato


Ginecologa, Agopuntrice, Omotossicologa, Operatrice FastReset®
Vai alla pagina personale...

 Dr.ssa Emanuela Corain

Dr.ssa Emanuela Corain


Tecnologa alimentare, Naturopata - Vega test, Intolleranze alimentari
Vai alla pagina personale...

Simona Calestani

Simona Calestani


Operatrice FastReset® Consulente Fiori di Bach e Fiori Californiani Iscr. Reg. IT Floriterapeuti Massaggio Tui Na
Vai alla pagina personale...

Silvana Olcese

Silvana Olcese


Ostetrica
Vai alla pagina personale...

Piera Digonzelli

Piera Digonzelli


Terapista shiatsu e massaggi
Vai alla pagina personale...

Maria Garcia Gestoso

Maria Garcia Gestoso


Counselor Professionista certificato REICO
Istruttore Tecnico Benessere registrato ASI
Vai alla pagina personale...

Dr.ssa Monica Bossi

Dr.ssa Monica Bossi


Medicina Interna, Nutraceutica, Medicina funzionale, Endocrinologia, Omeopatia, Medicina olistica
Vai alla pagina personale...

Via Francesco d'Ovidio, 6 Milano - P. IVA 11160700156 - Tel. 02 70634971 - E-mail: info@studiomansei.it - Agenda